Condizioni di disagio per l’afa

L’estate continua a regalare momenti di tempo bello e soleggiato. Anche nelle prossime ore la situazione rimarrà sostanzialmente invariata, con l’alta pressione africana in aumento sul Mediterraneo e temperature ben oltre la media, con 34-35°C nelle ore più calde e 25-26°C nella notte. Pure il tasso di umidità si manterrà alto, tra il 55 e il 100%, contribuendo a far percepire uno stress da calore tra i 35°C e i 41°C durante l’arco delle ventiquattrore, quindi una notevole sensazione di afa, ma anche favorendo quella formazione di foschie lungo le coste che renderanno discreta la visibilità. I pochi cumuli presenti nel cielo, purtroppo non apporteranno fenomeni rilevanti, e saranno velocemente trasportati dal vento che, con intensità media di 15-20 nodi, continuerà a essere per la maggior parte a regime di brezza con rinforzi, durante le ore più calde, specialmente sui lidi esposti. Lo stato del mare complessivo sarà pertanto influenzato da questa situazione, col moto ondoso del Tirreno tra il poco mosso e il mosso, in modo particolare attorno alle Eolie, mentre lo Stretto e lo Ionio si manterranno prevalentemente mossi, fino a diventare molto mossi nelle ore centrali della giornata per poi tornare ad attenuarsi dalla serata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*