Barcellona Pozzo di Gotto, sequestro di beni ad un imprenditore

I Carabinieri del Comando Provinciale di Messina hanno dato esecuzione ad un decreto con il quale il Tribunale del capoluogo peloritano, su proposta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, ha disposto, ai sensi della normativa antimafia, il sequestro di ulteriori beni riconducibili all’imprenditore barcellonese Salvatore Ofria. Nello specifico, il sequestro dei beni, ai fini della confisca, ha riguardato tre conti correnti, un conto deposito titoli e un autocarro per il trasporto merci, per un valore complessivo è di circa 90.000,00 euro, tutti ritenuti profitto dell’attività criminosa di Ofria. Il provvedimento segue l’importante operazione dello scorso luglio che aveva portato al sequestro di beni – sempre riconducibili ad Ofria – per circa 6 milioni di euro. Ofria è al 41 bis dal settembre 2011, quado il carcere duro fu disposto per altri 5 boss del clan del Longano dopo il btliz antimafia Gotha- Pozzo 2.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*