97 precari del Cas, beffati da un’illusoria proposta di lavoro

I lavoratori, dopo essere stati convocati dall’ufficio personale per un ingaggio lavorativo della durata di quarantacinque giorni, sono stati rimandati indietro. La convocazione, inviata dal dirigente, l’architetto Letterio Frisone, e partita dalla sede amministrativa dell’azienda con sede a Messina, è stata subito sospesa. I precari hanno denunciato l’accaduto, chiedendo l’intervento del prefetto di Messina e la pubblicazione del bando di concorso per Ate, Agenti Tecnici Esattori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*