La Sicilia fuori dai contributi finanziari della spending review

9 agosto 2012

I trasferimenti statali, inizialmente previsti per la Regione Sicilia, sono stati azzerati e le casse di Palazzo Zanca restano vuote. Nella legge sulla spending review erano inclusi 171,6 milioni di euro che dovevano essere divisi fra i vari comuni siciliani al fine di estinguere i debiti degli enti locali con eventuali imprese creditrici. Ma nell’incontro fra Stato e Regioni di inizio agosto la somma è stata azzerata. A chiedere spiegazioni è il presidente del consiglio comunale Previti che ha già mandato una nota all’Anci Sicilia invitando tutti i comuni a protestare per l’esclusione ingiustificata della regione dalla politica di ripresa economica.