La canicola ha le ore contate

L’anticiclone africano inizia a perdere consistenza, e dopo aver dominato il tempo di questi ultimi giorni, soprattutto in quota lascia infiltrare correnti atlantiche più fresche anche verso le nostre latitudini. Assisteremo ancora per un po’ a valori termici di massima intorno ai 34-35°C e valori di minima tra i 27-28°C, ma con l’umidità più accettabile, tra il 45 e l’80%, lo stress da calore dovrebbe rientrare in limiti meno esasperati, con temperature percepite di 38°C diurni e 33°C notturni. Inoltre, una moderata ripresa della ventilazione generale dai quadranti nord-occidentali, con intensità medie sui 15-20 nodi, spazzerà via dal cielo buona parte del fumo prodotto dai recenti incendi boschivi, attenuando così le condizioni di afa opprimente dei giorni precedenti e rendendo meno dense le foschie. Localmente, durante il giorno le brezze mitigheranno ulteriormente il disagio generale, e il moto ondoso dei bacini potrà temporaneamente aumentare, passando dal quasi calmo al poco mosso nel Tirreno e nello Stretto, mentre lo Ionio si manterrà generalmente mosso con leggeri rinforzi più a largo che sottocosta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*