Al via i tagli statali per lo sforamento del patto di stabilità

2 agosto 2012

Il Governo nazionale ha, infatti, stabilito per il Comune di Messina tagli pari a 7 milioni di euro dai fondi stanziati dal Ministero degli Interni. Gravissime le conseguenze derivate all’ente dalla violazione del patto di stabilità: l’impossibilità di contrarre nuovi mutui o procedere a nuove assunzioni di personale. Lo sforamento dei vincoli imposti dal Patto di stabilità è pari a circa 28 milioni di euro. L’unica via di salvezza è la sentenza della Corte costituzionale dello scorso 11 luglio, secondo cui lo Stato non può imporre alle autonomie speciali, regole che incidono sul loro ordinamento finanziario