Rigettata la deposizione del pentito Stefano Lo Verso al secondo processo contro l’ex governatore Totò Cuffaro

La Corte d’Appello ha rifiutato la richiesta avanza dalla Procura generale che nei giorni scorsi aveva depositato i verbali con le dichiarazioni di Lo Verso. Il collaboratore di giustizia, per anni vicino al boss Bernardo Provenzano, sostiene che Cuffaro avrebbe avuto delle frequentazioni con esponenti di Cosa Nostra nel corso della campagna elettorale del 2001. L’ex Presidente della Regione, che in questo procedimento era stato assolto in primo grado, sta scontando una pena definitiva a Rebibbia, 7 anni, arrivata da un altro processo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*