La raffineria di Milazzo viene diffidata dal Ministero dell’Ambiente

19 aprile 2012

In seguito ai risultati condotti da Ispra e Arpa Sicilia, la raffineria del Comune di Milazzo dovrà adempiere ad alcune prescrizioni a causa di emissioni maleodoranti, provocate da particolari sostanze. Dovrà, inoltre, essere prodotta entro 30 giorni una relazione sugli interventi da attuare ed indicare un protocollo di misure da adottare per prevenire gli odori molesti. La campagna di monitoraggio sotto la guida di Salvo Cocina, ha portato al coinvolgimento dell’azienda sanitaria fino alla denuncia sporta dalla stessa Arpa alle autorità giudiziarie.