“Le lotte non si processano”

11 aprile 2012

È quanto affermano la Confederazione Unitaria di Base, la Confederazione Cobas e il sindacato Orsa di Messina in difesa dei nove operai e del sindacalista della Fillea Cisl, condannati per interruzione di pubblico servizio con multe dai 7 ai 15mila euro. I manifestanti il 2 settembre scorso avevano bloccato il transito del tram rivendicando il pagamento del salario in ritardo da mesi. Nei mesi scorsi già 49 lavoratori erano stati accusati per aver protestato in difesa del loro posto di lavoro e 14 denunce sono scattate contro i manifestanti del primo marzo affiliati ai No Tav. “A chi risponde alle mobilitazioni con la repressione rispondiamo che non abbiamo paura” affermano i sindacati.