Scarcerato Sandro Pesce. Il processo inizierà il 12 aprile

Il noto imprenditore era stato arrestato ber bancarotta fraudolenta, valutata intorno a 9 milioni di euro. Secondo l’accusa il commerciante avrebbe guidato la sua impresa al fallimento, addebitando i capitali nei conti correnti dei parenti, con lo scopo di non pagare i fornitori. Per Vittorio Quagliata, cognato dell’imprenditore, infatti è stato disposto il sequestro in conti correnti complessivamente di 500.000 euro.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*