Indagati sei medici dell’ospedale Cervello di Palermo per la morte di Benedetto Vinci

L’ipotesi di reato nei confronti dei medici è concorso in omicidio colposo. Il ragazzo, 25 anni di Sant’Agata di Militello, era stato accoltellato dalla propria fidanzata, Francesca Picilli, tuttora costretta ai domiciliari e, dopo un breve ricovero nell’ospedale palermitano, era stato dimesso. Secondo le prime ipotesi delle indagini, il suo stato clinico sarebbe stato sottovalutato dal direttore della divisione di chirurgia toracica del nosocomio, Salvatore Regio e dagli altri medici del reparto. Disposta intanto l’autopsia sul corpo del giovane.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*