L’imprenditore Carlo Borella è stato condannato a due anni di reclusione con l’accusa di favoreggiamento di associazione mafiosa

L’ex presidente dell’associazione costruttori di Messina, infatti, avrebbe negato di aver pagato il pizzo ai clan mafiosi barcellonesi. Nell’ambito dell’operazione “Sistema 2” sulle estorsioni imposte da cosa nostra agli imprenditori del barcellonese, sono stati condannati anche il pentito catanese Alfio Giuseppe Castro e rinviati a giudizio il geometra Biagio Raffa, il boss dei Mazzarroti Tindaro Calabrese e il capo della mafia barcellonese Carmelo D’Amico.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*