Confiscati beni per un valore di 8 milioni di euro ad un imprenditore palermitano

9 marzo 2012

L’uomo di 48 anni originario di Partinico era stato arrestato nel 2004 perchè ritenuto responsabile di associazione mafiosa. Secondo gli inquirenti, l’imprenditore sarebbe vicino alla cosca mafiosa di Partinico sorretta dai fratelli Vito e Leonardo Vitale e dall’esponente di spicco del clan Nenè Geraci, assassinato nel 1997. Sequestrate quattro attività commerciali, 15 automezzi e quote societarie.