E’ morto a 83 anni il boss Santo Sfamemi

Sfamemi era considerato una delle figure di spicco dei cosiddetti colletti bianchi, massima espressione di aggancio fra imprenditoria e mafia nella provincia messinese e non solo. Ebbe un ruolo fondamentale anche nel garantire la latitanza nella zona tirrenica a Gerlando Alberti junior e Giovanni Sutera, assassini di Graziella Campagna, che aveva scoperto per caso la loro vera identità.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*