Entro ottobre in Sicilia si passerà da 70 a 42 punti nascita

La Regione ha, infatti, pubblicato il decreto, firmato dall’assessore alla Sanità Massimo Russo, che era stato bloccato lo scorso settembre per via della protesta dei sindaci e dei cittadini. Il nuovo provvedimento cancella le 5 eccezioni previste inizialmente tra cui Bronte e Corleone e introduce multe per le strutture che sforano il limite del 20% di parti cesarei. L’obiettivo del decreto è quello di adeguarsi agli standard ministeriali tenendo attive le strutture dove nascono più di mille bambini. Tuttavia i direttori delle aziende ospedaliere potranno chiedere eventuali deroghe entro il 30 giugno.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*