Non si arresta lo sciame sismico sui Nebrodi

Altre quattro scosse nelle ultime ventiquattro ore sono state registrata dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Il movimento tellurico più intenso, di magnitudo 3.3 con epicentro fra i comuni di Galati Mamertino, Longi e Frazzanò, avvenuto mercoledì sera alle 21.15, è stato avvertito dalla popolazione ma non si sono registrati danni, solo qualche piccolo masso staccato da un costone. Tuttavia la paura fra gli abitanti delle località interessate aumenta, con qualche famiglia che momentaneamente ha lasciato le proprie abitazioni. Va avanti infatti da quasi dieci giorni lo sciame sismico nella zona; studiosi ed esperti invitano alla calma affermando che si tratta di un’attività normale di assestamento.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*