Istituite sei aree riservate all’alaggio e varo delle imbarcazioni, lungo i litorali sud e nord della città e fuori dagli abitati dei villaggi rivieraschi

Le disposizioni sono state rese note in seguito al sopralluogo congiunto che i rappresentanti del Comune di Messina e della Guardia costiera hanno effettuato lungo i tratti di spiaggia già indicati nel corso dei tavoli tecnici, che si sono tenuti nelle scorse settimane. L’assessore alle politiche del mare, Pippo Isgrò, ha confermato che i porti a secco saranno realizzati, due a S. Saba, due ad Acqualadroni, uno a sud nell’area ex Copas ed uno a S. Agata, nella zona attualmente interessata da imbarcazioni da pesca. Per le aree, che saranno allestite nei prossimi giorni, a breve sarà avviato un bando per l’assegnazione ad imprenditori, che vorranno attivare anche un servizio assistito di messa in mare.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*