Agli arresti domiciliari il deputato regionale e sindaco di Fiumedinisi, Cateno De Luca

La misura cautelare nei confronti del fondatore del movimento Sicilia Vera è stata disposta dal gip del tribunale di Messina, Daria Orlando. De Luca è accusato di tentata concussione e falso in atto pubblico, per alcuni interventi edilizi di riqualificazione realizzati a Fiumedinisi tra il 2007 e il 2009 finiti invece nelle disponibilità sue e della sua famiglia. Con De Luca ai domiciliari anche il fratello Tindaro Eugenio, il responsabile area servizi territoriali ed ambientali del Comune di Fiumedinisi Pietro D’Anna e il presidente della commissione Edilizia comunale Benedetto Parisi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*