La Pumex evita il fallimento

16 giugno 2011

Lo ha stabilito il Tribunale di Barcellona che ha autorizzato il concordato preventivo. Gli immobili intestati alla Pumex e all’Italpomice, altra società di proprietà di Enzo D’Ambra, secondo la stima dei periti incaricati, coprono ampiamente i 10 milioni di euro di debiti verso fornitori ed ex lavoratori, alle dipendenze adesso per il comune di Lipari come Lsu. I creditori dovranno essere soddisfatti entro quattro anni. L’attività della Pumex consisteva nell’estrarre e lavorare la pietra pomice dalle cave del capoluogo eoliano.