Messi i sigilli al depuratore comunale di San Piero Patti

10 giugno 2011

A sequestrare l’impianto i carabinieri su provvedimento del gip del Tribunale di Patti che ha accolto le richieste della Procura. Le indagini avrebbero infatti dimostrato il versamento dei liquami dei rifiuti non smaltiti nel torrente Mangano. Sotto inchiesta l’amministratore delegato della ditta palermitana che sta svolgendo lavori di ripristino dell’impianto e due dipendenti comunali. Il gip ha inoltre nominato il sindaco di San Piero Patti, Ornella Trovato, custode giudiziario del depuratore sequestrato.