Omicidio di chiare modalità mafiose in un bar di Catania

6 giugno 2011

Salvatore Grasso, 53 anni, è rimasto ucciso all’interno di una bar al centro della città etnea mentre era intendo a giocare con una slot-machine. Considerato un membro affiliato al clan dei Cursoti, gli inquirenti non hanno dubbi sulla matrice mafiosa del delitto. L’omicidio potrebbe essere infatti collegato all’agguato avvenuto a Misterbianco poche ore prima, dove è stato ferito Giuseppe Garozzo, capo dei Cursoti.