Calogero Mannino rompe con Romano e fonda il ‘Movimento di iniziativa popolare’

19 aprile 2011

Il deputato siciliano, fra gli scissionisti dell’Udc e co-fondatore di Popolari per l’Italia di domani insieme a Saverio Romano, abbandona il neonato soggetto politico non condividendo l’appoggio organico al governo Berlusconi, sigillato proprio con la nomina di Romano a ministro dell’Agricoltura. Da verificare adesso se e quanti parlamentari nazionali, soprattutto siciliani, seguiranno Mannino, con eventuali ripercussioni sui numeri della maggioranza, in particolar modo alla Camera.