Rinviati a giudizio, il prossimo 8 giugno, i presunti colpevoli del crollo della salita Montesanto del 2008

5 aprile 2011

Francesco Scolaro, residente nel rione Montesanto, ha commissionato dei lavori di ristrutturazione per la sua abitazione all’architetto Antonio Ciancio. Secondo gli inquirenti, durante le opere di ripristino venne abbattuto un vecchio fabbricato che si appoggiava su un muro di confine della strada. Si parlerebbe, quindi, di rapporto causa-effetto tra la ristrutturazione e la frana. I due dovranno rispondere di crollo colposo. Prosciolto, invece, per non aver commesso il fatto, il titolare della ditta ‘Marval’, Marco Perretta che seguì una fase dei lavori.