La precisazione dell’Università in merito all’occupazione dell’Aula ex Chimica da parte del collettivo ‘Unime in protesta’

5 aprile 2011 Università

‘In numerose occasioni – affermano i vertici dell’Ateneo messinese – si è cercato di richiamare gli studenti all’esercizio del buon senso, appelli – ribadiscono – rimasti inascoltati’. Si parla di interruzione di pubblico servizio, in quanto l’Aula contesa era necessaria allo svolgimento delle attività della Facoltà di Giurisprudenza. ‘In un luogo pubblico il libero dibattito è consentito – affermano i vertici dell’Università – nella misura in cui il luogo prescelto non sia deputato, come nella fattispecie, ad altre funzioni essenziali della Istituzione pubblica’.