Per il crollo della salita Montesanto del 2008 sono stati rinviati a giudizio un residente della zona e un architetto

5 aprile 2011

La decisione è stata presa dal Giudice dell’Udienza Preliminare, Massimiliano Micali nei confronti di Francesco Scolaro, residente nel rione Montesanto e l’architetto Antonio Ciancio. La vicenda risale a più di due anni fa quando Scolaro commissionò dei lavori di ristrutturazione per la sua abitazione a Ciancio. Secondo gli inquirenti e le perizie tecniche, ci sarebbe un rapporto di causa-effetto tra le opere e il crollo della strada. Crollo che ad oggi isola una decina di famiglie. Prosciolto, invece, il titolare della ditta ‘Marval’, Mario Perretta, che fu impegnata in un fase dei lavori.