Rinviate a giudizio le sette persone, di cui quattro dipendenti comunali di Lipari, accusati di abuso d’ufficio, falso, lottizzazione abusiva e violazione della normativa edilizia

Gli indagati avrebbero commesso numerosi illeciti in merito alla costruzione dell’opificio realizzato nell’area artigianale di Lipari. La falegnameria, posta sotto sequestro, sarebbe stata realizzata tramite autorizzazioni e concessioni edilizie in violazione alle vigenti normative e in difformità ai vincoli imposti a tutela del territorio.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*