Nel processo d’appello del “Caso Messina”chieste pene più severe per Marcello Mondello e Giovanni Lembo

Il 2 febbraio è prevista l’arringa degli avvocati difensori: Lembo, ex sostituto procuratore della Dda, è stato già condannato in primo grado a cinque anni per favoreggiamento nei confronti del pentito Luigi Sparacio. Per quanto riguarda la posizione di Mondello, ex gip del tribunale di Messina, i Pm catanesi Fanara e Ledda hanno chiesto la condanna a nove anni,uno in più rispetto alla sentenza di primo grado. Chiesta inoltre la conferma della pena per Luigi Sparacio, sei anni e quattro mesi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*