Praticavano un giro di usura con interessi fino al 300%, in manette sette persone

Tutti gli indagati, tra cui un esponente del clan dei Mangialupi, il boss Benedetto Aspri, e l’avvocato Tommaso D’Arrigo, sono accusati di usura, estorsione e riciclaggio. D’arrigo deve rispondere anche di circonvenzione d’incapace nei confronti di un professore di fisica deceduto nel 2009 e al quale erano stati sottratti 121 mila euro di pensione d’invalidità, facendolo vivere in condizioni di miseria, con soli 20 euro a settimana.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*