Il Ponte sullo Stretto piace alla Mafia: è una delle nuove rivelazioni di Wikileaks

Oltre alle probabili infiltrazioni della criminalità organizzata, il Ponte “servirà a poco senza massicci investimenti in strade e infrastrutture in Sicilia e Calabria”. Lo scrive J. Patrick Truhn, console generale Usa a Napoli in un dispaccio del giugno 2008, intercettato e pubblicato dal sito di Julian Assange. E aggiunge che lo scontro politico tra Raffele Lombardo e Berlusconi ha “bloccato una operazione di trivellazione per gas lo scorso anno e minaccia di rinviare un importante sistema di comunicazione satellitare della Marina statunitense”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*