Nuovamente in stato di agitazione i lavoratori della Teseos

La decisione, assunta da Cgil, Cisl e Uil, è scaturita al termine di un’infuocata assemblea nel corso della quale i lavoratori hanno lamentato le difficoltà legate al mancato pagamento delle retribuzioni e nasce anche dalle preoccupazioni legate allo scadere della cassa integrazione in deroga cui Teseos aveva avuto accesso. I dipendenti devono ancora ricevere gli stipendi di dicembre 2009 e di ottobre e novembre 2010.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*