A Barcellona per commemorare il giornalista Beppe Alfano, ucciso dalla mafia 18 anni fa

10 gennaio 2011

Personalità di politica, magistratura e società civile sono intervenute da tutta Italia in ricordo di Alfano. Durante la giornata numerosi i contributi, da segnalare quello dell’attore, scrittore e consigliere regionale della Lombardia Giulio Cavalli che ha sottolineato l’importanza dell’informazione; ‘la parola, afferma Cavalli, può essere utilizzata contro i poteri criminali ma oggi si assiste all’autocensura da parte di chi dovrebbe farne buon uso’. Oltre alla figlia di Beppe Alfano, Sonia, presente anche l’eurodeputato di Italia Dei Valori Luigi De Magistris: ‘Per sconfiggere la mafia, ha affermato, serve una battaglia culturale sul campo, tutti i giorni’.