Sit-in di protesta del personale della casa circondariale di Gazzi

16 dicembre 2010

“La carenza di personale nella Casa Circondariale di Messina è elevata, almeno di di 305 unità di polizia penitenziaria”. La denuncia è della Fns Cisl che insieme agli altri sindacati, ha protestato all’esterno della struttura di Gazzi. Presente al sit-in anche il segretario generale della Fns Sicilia, Giovanni Saccone, che ha evidenziato come “la questione-organici rischia di essere una bomba a orologeria, per Messina e per tutta la regione: per il disagio crescente e inascoltato, nei fatti, dei lavoratori, e perché, conclude, aggrava l’invivibilità della struttura carceraria, ripercuotendosi pure sulle condizioni di vita dei reclusi”.