Otto anni di reclusione a Giuseppe Abbate per tentano omicidio nei confronti del cognato

8 giugno 2010

Lo hanno stabilito i giudici di primo grado del tribunale di Barcellona, presieduto da Maria Tindara Celi. Abbate, ex dipendente del comune del Longano, cinque anni fa durante una lite tentò di uccidere il cognato, Giuseppe Buda, per questioni legate all’eredità del suocero. L’accusa aveva chiesto 15 anni di reclusione.