Anche l’assessore regionale al Turismo Nino Strano sarebbe indagato dalla Procura di Catania nell’inchiesta su presunti rapporti fra mafia e politica

La notizia è stata anticipata dal Corriere della Sera e non smentita da ambienti vicini alla Procura catanese. Si tratta della stessa inchiesta in cui figurano, tra gli altri, il presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo, suo fratello Angelo, deputato nazionale, e i parlamentari regionali Fausto Fagone e Giovanni Cristaudo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*