Cisl e Uil chiedono un incontro urgente al direttore generale dell’ospedale Piemonte

13 aprile 2010

Nella missiva inviata ad Armando Caruso, le due sigle sindacali chiedono “di individuare la definizione logistica di un modello organizzativo che non privi pazienti e operatori del nosocomio di viale Europa dei livelli ottimali di sicurezza clinica e operativa scevra da pericoli di rischi clinici sempre incombenti nell’attività di assistenza ospedaliera”. “E’ impensabile – continua la lettera – che il Pronto Soccorso del Piemonte non possa contare sull’apporto delle varie figure specialistiche coinvolte nel processo di trasferimento, né possono essere sottratti posti letto dedicati all’attività di ricovero”.