La Cgil chiede nuovi bandi trasparenti per il settore dei servizi sociali

13 aprile 2010

Assoluta mancanza di programmazione nonostante i bandi relativi ai servizi sociali del comune di Messina fossero in scadenza già all’insediamento dell’attuale giunta che da due anni a questa parte si limita a proroghe e rinvii. Questa in sintesi l’analisi del segretario generale della Cgil di Messina, Lillo Oceano, sul nodo servizi sociali a partire dalle due vertenza scottanti di questi giorni, Don Orione e cooperativa Futura. “Si è scelto di non programmare – dichiara Oceano – o per interessi diversi, legati alle clientele e agli affari, o forse perché non si è affatto capaci di gestire la cosa pubblica. Due ipotesi ugualmente gravi”.