SEI AVVISI DI GARANZIA PER FALSO IN BILANCIO NELLA GESTIONE DELL’ATO2

La Procura di Barcellona contesta agli indagati, tra cui l’ex presidente Andrea Paratore e l’attuale vicepresidente Stefano Salmeri, «che la situazione di equilibrio di bilancio rappresentata è stata “raggiunta” mediante l’iscrizione di crediti ed attività che nella realtà sarebbero inesistenti per un valore complessivo di quasi 15 milioni di euro, circa 5 nel 2005 e circa 10 nel 2006, a cui si aggiungono adesso le cifre del 2007 relative al conguaglio della Tia che in realtà pur essendo iscritto tra i crediti non sarà mai riscosso». E intanto Barcellona è invasa dai rifiuti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*