Scarcerati i due fratelli Campagna

Le accuse erano scattate con la scoperta, due settimane fa, di un casolare situato tra S.Filippo superiore e S.Filippo inferiore, pieno di droga e di armi. Secondo i giudici del Riesame mancano gravi indizi di colpevolezza per Consolato e Roberto Campagna: resta attualmente in carcere solo il padre, Letterio, ritenuto dagli investigatori il “custode” dell’arsenale per conto della cosca mafiosa di Mangialupi, che già durante l’interrogatorio si era assunto tutta la responsabilità, dichiarando che i suoi figli erano all’oscuro di tutto.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*