Raffaele Lombardo ha disposto una ricognizione per salvaguardare i beni dell’Ente porto.

L’iniziativa avviata dal Governatore della Regione Sicilia servirà inoltre ad indagare sulla natura del contenzioso fra l’Ente e l’Autorità portuale di Messina. Dopo l’avvio delle procedure di scioglimento dell’Ente è stata evidenziata l’esistenza di beni materiali ed immateriali riconducibili alla titolarità della Regione. A tal proposito l’Ufficio legislativo verificherà il valore di questi beni, gli investimenti ed i costi di gestione sostenuti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*