Messina, città in ginocchio sotto il peso del Pizzo

è quanto si evince dalla a mappa giudiziaria italiana 2010, stilata dai presidenti delle Corti D’Appello e presentata in anteprima al Corriere della Sera. “Siamo la città più cara d’Italia – scrive il magistrato Nicolò Fazio – a parità di paniere di spesa, e questo per colpa delle estorsioni che colpiscono sistematicamente ogni attività economica e commerciale. «Il taglieggiamento – continua Fazio – rappresenta un costo aggiuntivo che si trasferisce sui consumatori, e nel contempo disincentiva la creazione di nuove imprese e il potenziamento di quelle esistenti».

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*