Il consiglio comunale indice una seduta straordinaria per parlare di racket, ma a far parlare sono soprattutto le assenze:

infatti numerosi invitati, tra cui il prefetto, il procuratore capo, le alte cariche di Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza, i deputati regionali e nazionali, più circa un terzo degli stessi consiglieri comunali non hanno partecipato ai lavori. E’ subito polemica tra il capogruppo al senato dell’UDC, Gianpiero D’Alia, e il presidente del Consiglio Comunale Pippo Previti. D’Alia sostiene di non aver ricevuto alcun invito, Previti afferma il contrario. Dà da pensare il fatto che anche il deputato nazionale Enzo Garofalo e l’On. Regionale Enzo Panarello sostengano di non esser stati invitati. Durante la seduta, il presidente di confindustria Ivo Blandina e il presidente della Fai Pippo Scandurra attaccano la politica, sostenendo che essa non crei affatto condizioni favorevoli all’imprenditoria, aiutando più che altro gli Istituti di credito e non investendo nelle imprese. E’intervenuto anche il sindaco Buzzanca, che ha ricordato quanto l’amministrazione comunale sia vicina a chi decida di denunciare episodi di racket.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*