Si è svolto all’hotel Liberty un convegno sul tema della messa in sicurezza del territorio.

Giovanni Mastroeni, segretario generale della Flai di Messina, ha spiegato che la provincia di Messina è la seconda in Sicilia per rischio idrogeologico, a causa della conformazione del territorio e del progressivo abbandono delle campagne. Per evitare altri disastri, è necessario intervenire col rimboschimento e la regolamentazione delle acque. Il segretario ha poi difeso la Guardia Forestale, spiegando che “il personale non è sufficiente e soprattutto non viene impiegato per un numero sufficiente di giornate”; inoltre i fondi a disposizione della forestale sono troppo scarsi. Erano presenti all’iniziativa, tra gli altri, il vice sindaco Ardizzone,il segretario regionale della CGIL Antonio Riolo e il segretario generale della CGIL Messina Lillo Oceano, il quale ha dichiarato che sabato prossimo il sindacato scenderà in piazza con il segretario generale Epifani per chiedere pari dignità col resto del paese per Messina e il Mezzogiorno.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*