La Cisl Messina lancia l’allarme in seguito alla rescissione del contratto della Gesenu con l’Ato2

“A Barcellona, Milazzo e nei 37 comuni limitrofi destinatari dei servizi della Gesenu e delle ditte sub appaltatrici c’è il rischio concreto di una grave emergenza rifiuti, ma anche sanitaria”. A sostenerlo sono il segretario generale della Cisl di Messina Tonino Genovese e il segretario provinciale della Fit Cisl Vincenzo Testa dopo la decisione della Gesenu di rescindere anzitempo il contratto di raccolta dei rifiuti solidi urbani a partire dal 1 dicembre con l’Ato Messina 2. “E’ un’esigenza inderogabile – dichiarano i due sindacalisti – attivare immediatamente un tavolo di confronto in Prefettura per scongiurare l’emergenza e trovare subito una via d’uscita”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*