I Carabinieri hanno messo in atto un maxi sequestro ai danni del boss Tindaro Calabrese.

All’esponente del clan di Mazzarrà Sant’Andrea, che recentemente è stato rinviato a giudizio per associazione mafiosa e per concorso in estorsione, sono stati sequestrati beni per il valore di un milione di euro. A Calabrese, che attualmente è sottoposto al regime di carcere duro 41 bis a l’Aquila, sono stati espropriati un appartamento, due automobili, svariati allevamenti ed un’impresa individuale di produzione casearia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*