Condannata a due anni e quattro mesi la donna che costringeva il figlio a fare da complice durante i suoi furti

Il Tribunale di Messina ha confermato la pena di due anni e quattro mesi di reclusione per Maria Angela Nastasi, 48 anni di Letojanni. La donna era stata accusata di maltrattamenti e minacce nei confronti del figlio di 16 anni, che veniva costretto a fare da ‘palo’ durante i furti della madre e del suo convivente, avvenuti tra il 2008 e il 2009. Alla donna sono stati concessi gli arresti domiciliari.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*