Sospesa la pena per il dirigente di Lipari condannato nel 2005

Nel 2005 al dirigente tecnico Biagio De Vita e al sindaco di Lipari, Mariano Bruno era stata contestata l’ipotesi di omicidio colposo in concorso per mancanza di pubblica illuminazione e idonee protezioni, in seguito alla morte della giovane turista palermitana Alessandra Vitrano che perse la vita cadendo dalla scalinata di Alicudi. Il sindaco è stato assolto mentre al dirigente tecnico sono state riconosciute le attenuanti generiche. La sentenza è stata emessa dal giudice monocratico Roberto Gurini che ha condannato complessivamente il comune di Lipari al pagamento del parziale risarcimento pari a 80 mila euro

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*