Attentato nei confronti di un imprenditore edile

10 novembre 2009

Ignoti hanno piazzato e fatto scoppiare una bomba davanti il portone d’ingresso di Giovanni Rizzo, secondo gli inquirenti destinatario dell’ordigno insieme al figlio Alessandro. Lo scoppio, in un edificio al quinto piano di viale Giostra, ha provocato numerosi danni ma nessuna vittima. Si tratterebbe del terzo attentato subito dalla famiglia Rizzo in pochi mesi. Solidarietà agli imprenditori è stata espressa da tutti gli esponenti politici locali, Confindustria e sindacati.