Cinque denunce e multe per 13 mila euro per violazione delle norme sull’etichettatura e sulla tracciabilità dei prodotti ittici

6 novembre 2009

Nell’ambito di diversi controlli, effettuati sul territorio nazionale, per verificare le norme che regolano il commercio dei prodotti ittici e in particolare il divieto di pesca del pesce spada, la Guardia Costiera di Messina ha sequestrato 77 chilogrammi di prodotto ittico che è stato dichiarato non idoneo al consumo umano e in pessime condizioni igenico-sanitarie. Sono quindi scattate 5 denunce e sanzioni pari a 13 mila euro.