E’ stato fatto brillare ad Alì Terme l’ordigno bellico rinvenuto lo scorso Lunedì

Un proiettile di ottantotto millimetri di produzione tedesca, risalente alla seconda guerra mondiale, era affiorato lo scorso ventuno settembre nei pressi della locale stazione dei Carabinieri. L’ordigno, ancora efficiente nonostante i sessant’anni passati, potrebbe essere riaffiorato a causa delle forti piogge degli ultimi giorni. Sul posto sono intervenuti il maggiore Giuseppe Di Fazio ed il maresciallo capo Lino Scirica del IV Reggimento Genio Guastatori dell’Esercito, i quali dopo la messa in sicurezza dell’intera zona circostante hanno provveduto a disseppellire la carica e a trasportarla sul greto del torrente Nisi, luogo in cui l’ordigno è stato fatto brillare.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*