Ad 8 anni dal crollo delle torri gemelle, Barcellona ricorda un suo migrante caduto l’11 settembre

Aveva 39 anni Salvatore Calabrò, figlio di emigrati barcellonesi a New York, pompiere, quando morì in servizio tentando di salvare più vite possibili dall’attentato che sconvolse il mondo. In questi giorni il luogo di nascita dei suoi genitori lo ricorda come suo “eroe normale”, grazie all’impegno dell’associazione studentesca “Giovane Italia”. Il sindaco Candeloro Nania collocherà una targa in sua memoria accanto al Monumento dei Caduti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*